blog3 min read

Com’è la vita di un Cloud Architect in Flowing?

Pubblicato il 02/10/2020 da
In sintesi

In questo periodo stiamo facendo colloqui per conoscere nuove persone e avviare con alcune un percorso di onboarding che li porterà a diventare nuovi surfer. Tra i diversi profili che stiamo selezionando, stiamo cercando un* AWS cloud architect da inserire nel nostro team. E abbiamo chiesto a Michele, uno dei nostri cloud architect, com’è lavorare qui: vogliamo farti conoscere Flowing direttamente dalla voce di chi ne fa parte.

Qual è la tua giornata tipo in Flowing? Soprattutto, c’è una giornata tipo? 🙂

Non c’è una giornata tipo 🙂 In Flowing non ci si annoia mai quindi si parte dal lunedì, dove ci sono alcuni momenti di check iterativo (governance, planning, etc), ai giorni dove mi dedico interamente ad un progetto, con i suoi stand-up, iteration meeting e vari momenti di pairing. Qui le nostre attività vanno dal progettare nuove architetture di rete in cloud (tipicamente su AWS) al supporto agli sviluppatori.

Inoltre, si studia 🙂

Non si smette mai di imparare, infatti in questo periodo sto preparando l’esame per un’altra certificazione AWS.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Adoro lavorare in progetti sempre differenti, insieme al resto del team ops seguiamo più progetti/cliente. Portare le buone pratiche agili e, ancor di più, le pratiche devops è una bella sfida perché significa far collaborare assieme persone con ruoli diversi.

Tecnicamente ci troviamo di fronte a progetti sempre più complessi e per questo sfidanti, dove l’approccio cloud native ci è molto d’aiuto. Anche in questo caso, non ci si annoia mai e si studiano nuovi sistemi.

Che lavori stanno arrivando nell’ultimo periodo?

Dopo aver co-creato e aggiornato il nostro modello di business, siamo alla ricerca di progetti stimolanti dove possiamo portare il nostro valore aggiunto. 

Ci troviamo spesso di fronte a progetti che hanno già la propria infrastruttura (in cloud o meno). In questi casi partiamo dall’assessment a cui segue la definizione di una serie di interventi per evolvere la situazione in essere verso gli obiettivi del cliente. In altri casi dobbiamo affrontare la migrazione o l’avvio di un nuovo progetto e partiamo dalla progettazione della nuova infrastruttura.
Come team cloud siamo coinvolti in quasi tutti i progetti attivi in Flowing e ci troviamo a prendere decisioni importanti insieme al resto del team di developer e designer. 

Ci stiamo concentrando su infrastrutture a container e, in molti casi, utilizziamo Kubernetes come orchestratore. Proprio per questo stiamo cercando nuove figure che abbiano competenze e certificazioni in ambito AWS e K8S.

Sei in Flowing da diversi anni: perché lavori in Flowing? cosa rende questa collaborazione duratura? 

Sono l’anziano del gruppo 🙂
Con alcuni colleghi abbiamo iniziato il percorso professionale nel 1995, ben venticinque anni fa!

Ho vissuto tutta l’evoluzione che abbiamo avuto sia come azienda che come singoli professionisti. Agli inizi si studiava di giorno e si lavorava di notte, oggi sono un surfer ma lo spirito è sempre lo stesso: voglia di approfondire e condividere le nuove conoscenze, un terreno fertile dove poter sperimentare la “nostra” cultura che pervade tutta l’azienda.

Se ti ho incuriosito e vuoi saperne di più sul profilo di cloud architect che stiamo cercando leggi qui.

Ti interessa sapere se ci sono altre posizioni aperte? Ecco l’elenco completo.

Photo credits: Fotis Fotopoulos on Unsplash