blog3 min read

You don’t need to change. Survival is optional.

Pubblicato il 01/07/2014 da
In sintesi

“extrategy aiuta aziende e startup a raggiungere i propri obiettivi di business utilizzando internet, la tecnologia e un approccio lean”

L’utilizzo di un approccio lean nella nostra organizzazione e nella gestione dei progetti con i nostri clienti e partner è una componente fondamentale della nostra vision.

Ma questo approccio non lo otteniamo applicando “semplicemente” pratiche o tecniche. Occorre abituarsi a pensare lean e avere e promuovere una cultura che abbracci questi princìpi e li applichi alle attività di tutti giorni. Anzi, adottare solamente le pratiche o le tecniche suggerite, in alcuni casi può avere addirittura effetti controproducenti se non le si utilizza guidati da un approccio culturale giusto e condiviso da tutta l’organizzazione.

Questa è la riflessione principale maturata dopo aver partecipato alla Lean Kanban Southern Europe 2014 dove abbiamo avuto modo di “rafforzare” il nostro pensiero confrontandoci con professionisti di rilievo della comunità internazionale lean e kanban.

La conferenza è stata tutta molto interessante ma vogliamo segnalare soprattutto questi interventi che ci hanno dato materiale su cui riflettere:

Rikard Olsson: Beyond Budgeting: An Agile Management Model for New Business and People Realities (slide) che ci ha fatto scoprire il movimento beyond budgeting che si sposa benissimo con il nostro approccio in extrategy.

Bo3kpvLIIAEdXTa.jpg_large

Håkan Forss: Are you too Busy to Improve? che con le sue fantastiche slide a “base di lego” ha dimostrato matematicamente come sia più conveniente per un azienda evitare il multitasking tenendo le persone ferme e utilizzando il tempo di attesa per studiare e migliorarsi. Consigliamo a tutti di vedere il video del talk  e le slide che sono molto chiare e illuminanti. Håkan Forss ha scritto anche un post nel suo blog sull’argomento.

E più importante di tutti (secondo noi) Joakim Sundén:  Spotify – staying lean from small start-up through rapid growth, che ha descritto nel dettaglio l’organizzazione interna e il modo di lavorare di Spotify.
il suo talk è stato quello che probabilmente ha raccolto più consensi tra i partecipanti della conferenza. Tutti ci siamo subito innamorati del modo di lavorare e dell’organizzazione interna a Spotify.
Ma attenzione: “don’t blindly copy what spotify do” (come dice David J Anderson), infatti ascoltando bene le parole di Joakim Sundén si capisce come non siano state le tecniche (kanban, scrum, ecc..) o l’organizzazione (piccoli team auto-organizzati come startup) a far funzionare bene Spotify ma la cultura condivisa da tutti i collaboratori che poi, per Spotify, si è concretizzata con la loro organizzazione attuale.

culture process

Sul sito della conferenza è possibile trovare i video e le slide di tutti gli interventi, non perdete l’occasione di vederli e ascoltarli, qualsiasi ruolo abbiate nel vostro lavoro… o siete troppo impegnati per migliorare?

Flowing nasce il 19.02.2019 dalla fusione di ideato e extrategy, ecco perché in questo post trovi uno di questi brand! Scopri di più sul nostro speciale percorso di co-creazione di Flowing.