Case Study

Bucci Industries: manutenzione ed evoluzione dei siti web del gruppo

Bucci Industries è un gruppo industriale internazionale con sede a Faenza, attivo nel settore delle automazioni e della robotica industriale con i marchi Iemca, Giuliani, Sinteco e Vire detenuti dalla società Bucci Automations S.p.A. e nel settore dei nuovi materiali compositi avanzati con Bucci Composites S.p.A.

Le esigenze che hanno spinto il cliente a coinvolgerci ruotano attorno all’evoluzione e manutenibilità dei siti del gruppo, per curare e abilitare la comunicazione corporate. In particolare:

– uniformare le interfacce dei siti, perché eterogenee tra loro; 

– rendere atomici i componenti del frontend dei siti, per evolvere il codice e la sua manutenibilità;

– cocreare insieme delle nuove parti di interfaccia, per comunicare al meglio il brand.

Il nostro approccio

Abbiamo supportato Bucci Industries con attività di sviluppo e design facendoci guidare dal nostro metodo. Bucci ha accolto il nostro contributo in maniera molto positiva. 

Per consegnare fin da subito soluzioni ai problemi riscontrati, abbiamo concordato delle iterazioni settimanali, definendo insieme al cliente dove intervenire e le feature da sviluppare. Per far ciò abbiamo introdotto alcuni incontri remoti – Iteration Meeting – in cui verificare insieme le attività fatte e discutere le eventuali problematiche e soluzioni emerse durante la fase di sviluppo.

Una volta terminata l’iterazione e approvata, si passa a quella successiva: così facendo il processo si ripete nel tempo e il cliente – settimana dopo settimana – ha visto rilasciare feature e valore nel progetto in maniera continuativa, senza intoppi.

Capire prima di agire

Il primo step con il quale abbiamo iniziato a lavorare per Bucci è stato un assessment sullo stato dell’applicazione. Dall’assessment è stato prodotto un documento tecnico di analisi, nel quale abbiamo descritto le problematiche riscontrate, le possibili soluzioni applicabili ed infine gli obiettivi da raggiungere, concordati con cliente.

Messa in sicurezza dell’applicazione

Dall’assessment una delle problematiche emerse era la messa in sicurezza dell’applicazione. In pochi mesi abbiamo aggiornato la versione di PHP dalla 5.3 alla 7.3 e del framework Symfony dalla 2.3 alla 3.4 con tutte le librerie connesse, portando così una maggiore stabilità e sicurezza. 

Inoltre, prima di mettere mano al codice, l’applicazione e i dati sono stati migrati progressivamente su infrastruttura AWS.

Testing nei punti critici dell’applicativo

Prima di iniziare con le lavorazioni, abbiamo definito insieme al cliente le principali logiche di business che il software doveva abilitare. Una volta concordate, abbiamo inserito una suite di test automatici, per validare queste logiche ad ogni nuovo rilascio, salvaguardando l’intera applicazione da errori critici.

Mappare le interfacce per migliorare ed evolvere l’architettura

Un’altra esigenza del cliente era quella di mappare le interfacce dei numerosi siti del gruppo, per comprendere come uniformare pattern d’interazione e resa estetica. 

Così abbiamo portato avanti un’attività chiamata UI inventory: una raccolta completa dei bit che compongono l’interfaccia, la creazione di un censimento garantisce che tutti i componenti siano contabilizzati, e quindi che non ci siano parti trascurate. 

Abbiamo così estrapolato un elenco completo di elementi unici dell’interfaccia dei vari siti web. Molto spesso, uno UI inventory viene utilizzato come deliverable nelle prime battute di realizzazione di un design system, in questo caso invece gli output sono stati utilizzati come conoscenza a supporto delle decisioni del team e per pianificare alcune azioni da compiere per uniformare le piattaforme, in ottica incrementale. 

Tra le scelte che l’inventario delle interfacce ci ha aiutato a prendere, c’è stata l’adozione di un pre-processore Sass con la convenzione BEM (strumenti di cui abbiamo parlato al CSS day). L’uso dei blocchi, elementi e modificatori ci ha aiutato a definire componenti adatti ai diversi contesti dei brand associati al gruppo Bucci Industries oltre che permetterci di scrivere un codice più atomico e pulito. In quest’ottica anche la definizione di alcune variabili di stile come la scala tipografica ci ha permesso di ottenere una base solida per ristrutturare l’interfaccia dei siti web del gruppo. 

Abbiamo supportato il cliente anche in fase progettuale realizzando alcuni elementi di UI che componevano il sito web di Bucci Industries. Anche in questo caso aver prodotto in precedenza un inventario ci ha aiutato a progettare un’interfaccia ristrutturata in ottica di uniformare lo stile dei componenti tra tutti i siti del gruppo.

Team

Andrea Mancino

Andrea Mancino

Development
Carla Soloperto

Carla Soloperto

Development
Ettore Delprino

Ettore Delprino

Development
Filippo Gianessi

Filippo Gianessi

Design
Giacomo Aluigi

Giacomo Aluigi

Cloud & DevOps