flowing academy our flow

Flowing Academy e il processo di formazione continua

Pubblicato il da

Enrico

Enrico

Design
Francesco

Francesco

Partner - Development

La formazione e la crescita delle persone sono punti cardine dell’ecosistema aziendale in Flowing così come il nostro modo di mettere a fattor comune le skill e la voglia di condividere. Per questo da inizio 2020 abbiamo avviato la Flowing Academy, alla quale noi surfer possiamo partecipare come ascoltatori o speaker. 

Oltre alla formazione relativa all’utilizzo di un software, di un linguaggio o di un metodo, per creare valore è altrettanto importante mantenere un buon allineamento su alcuni processi, approcci e competenze chiave che chiamiamo Our Flow, il nostro metodo di formazione continua per disegnare e realizzare la soluzione più giusta per obiettivi e contesto del cliente.

Ve ne parliamo di seguito nel dettaglio.

Come coltiviamo la formazione continua?

Our Flow non è un semplice elenco di strumenti e procedure da applicare, ma un approccio con una forte componente culturale che va assimilata e metabolizzata nel tempo, per navigare la complessità dei nostri clienti. Per questo, abbiamo ideato un percorso di apprendimento di cui ci avvaliamo per raggiungere e mantenere quel livello di maturità necessario ed essere le right people, come indica la nostra vision. Ecco come funziona:

Il percorso di apprendimento di ognuno è visibile agli altri, così da favorire confronto e sinergie.

Prevede dei momenti di confronto sincroni – ciclici, per garantire un confronto sano e aperto tra i surfer – ma anche asincroni e formazione autonoma.

Inizia con l’onboarding del nuovo surfer e si sviluppa nel tempo.

Nel dettaglio, si articola principalmente in due fasi:

  • durante l’onboarding, cioè in seguito all’ingresso ufficiale nella nostra community, con attività da svolgere e contenuti da fruire.
  • dopo l’onboarding, attraverso workshop, incontri formativi, pairing, ecc… in un ciclo di un anno. Ogni mese nella Flowing Academy ci sono due eventi formativi: uno dedicato alle tematiche di Our Flow, l’altro alle proposte di aggiornamento che vengono dai surfer, spesso su nuove tecnologie e framework.

Include una grande varietà di argomenti.

Alcuni esempi:

  • Facilitazione, come facilitare una riunione o preparare e facilitare una discovery;
  • User Stories e Product Backlog: come aiutare i PO a gestirlo efficacemente;
  • Gestione progetto: contratti agili, riti, strumenti, economics;
  • Metodologie e approcci agile/lean;
  • La cultura del feedback;
  • Processi interni come il planning, recruiting, comunicare Flowing.

Utilizza strumenti a supporto per monitorare i progressi.

Oltre a leggere la documentazione come il nostro Playbook e Passport to onboarding, abbiamo creato una lavagna digitale interattiva sulla piattaforma Miro: si tratta di una matrice in cui sono elencati gli argomenti da approfondire e che il surfer potrà gestire in autonomia per tenere traccia del proprio processo di apprendimento.

board academy

Periodicamente, è possibile utilizzare un test anonimo di valutazione per verificare i nostri progressi nell’apprendimento di Our Flow.

Cos’è Flowing Academy

L’Academy funziona in maniera molto semplice e poco strutturata. Ogni mese, oltre all’incontro dedicato alle tematiche di Our Flow, c’è uno slot libero in cui ad un surfer viene data la possibilità di preparare un workshop remoto da 4 o 8 ore. Tutti sono invitati a partecipare. Se il format si presta, viene registrato e reso disponibile su Slack per renderlo fruibile anche a chi in quel momento non può partecipare. 

Momento di incontro

La reason why dell’academy è la formazione volta alla crescita dei surfer. Ma nei piani iniziali c’era anche un obiettivo secondario: fare i workshop fisicamente tutti insieme per aggiungere al momento di puro learning un momento di leisure come una cena o un pranzo tra colleghi. Ovviamente il Covid ha cambiato i nostri piani ed ora i workshop sono totalmente da remoto. Ma questo (e non avevo in realtà grossi dubbi) non ci ha impedito di passare dei momenti divertenti insieme.

workshop academy firebase
Tutto è iniziato con qualcuno che ha detto “Ma conoscete SnapCamera?”…

La scelta degli argomenti

Come viene scelto un argomento? La presentazione di un workshop avviene in maniera del tutto spontanea dai surfer, per il piacere di condividerlo con i colleghi oppure per rispondere ad una richiesta dettata dal nostro planning o da altro.

slack workshop academy eventstorming
Un messaggio serio…
slack workshop academy
Un messaggio meno serio…

Non c’è una fase di accettazione o approvazione, il surfer che propone un argomento verifica se la sua proposta ha ottenuto un numero abbastanza alto di adesioni da giustificare l’effort necessario nella preparazione del workshop.

Gli argomenti che hanno trovato posto nella nostra Academy sono molto diversi tra loro: da Angular, Kotlin e Firebase a sessioni sulle Analisi Euristiche o sul nostro contratto Soddisfatti o Rimborsati.

Avrete capito che una delle parole chiave attorno a cui ruota la Flowing Academy è condivisione, per questo motivo docenti e partecipanti hanno la facoltà di invitare ai workshop anche clienti o partner con i quali collaboriamo. Un altro ottimo motivo per lavorare con noi 😉